Il sito italiano della cefalea www.cefalea.it è un'iniziativa CIRNA ONLUS
Centro Italiano di Ricerche in Neuroscienze Avanzate, Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale

Blog

L’ultima delibera sulla cronicità della Regione Lombardia considera 11 patologie croniche, dimentica per le cefalee
Meteoweb.eu - 3 Febbraio 2017

Appello per l’inserimento della cefalea cronica tra i Lea
Estense.com - 25 Gennaio 2017

Al Congresso Sifo esperti e pazienti a pranzo insieme per “stringere una partnership forte”
quotidianosanita.it - 02 dicembre 2016

"Ciclo" doloroso, quali sono i rimedi
Corriere della sera - 23 ottobre 2016

MAL DI TESTA, riconoscerlo per prevenirlo
GSD Magazine - luglio 2016

Antiemicranico transdermico, azienda sospende vendite per problemi di sicurezza
Farmacista33 - 21 giugno 2016

La psicologia dei medici sotto la lente dell'AIFA
Corriere della Sera - 1 maggio 2016

Cefalea a grappolo - Isee e indennità di accompagnamento
Radio24 - 21 marzo 2016

21 marzo 2016, 1^ Giornata Europea della Cefalea a Grappolo
Controluce - 18 marzo 2016

Emicrania e cefalea nella top ten delle malattie invalidanti
L'informatore - 18 febbraio 2016

La cefalea a grappolo entra nel Parlamento Europeo: un evento per presentare il Cluster Headache Day
Dire - 10 febbraio 2016

Mal di testa, confronto medici-pazienti Mercoledì prossimo il convegno a Battù
L'informatore - 4 febbraio 2016

Ringrazio la Fondazione CIRNA Onlus per lo spazio concessomi per segnalare la campagna di raccolta fondi promossa dall'Università di Pavia, in collaborazione con il Policlinico IRCCS Fondazione San Matteo di Pavia, dedicata in particolare alle donne che desiderano preservare il desidero di essere madri nonostante la malattia che le ha colpite. Oggi infatti sempre più donne giovani superano la sfida di malattie che un tempo avrebbero spezzato ogni sogno di maternità. Gli enormi progressi in tema di prevenzione, diagnosi precoce e terapie sempre più conservative non hanno però cancellato il rischio della menopausa prematura che può accompagnarsi alla cura di talune malattie tumorali e non. Nell’ovaio ogni donna conserva il patrimonio di cellule destinato alla riproduzione che può essere danneggiato dagli interventi medici salvavita.

Come lanciare il progetto maternità oltre l’ostacolo della malattia? Oggi è possibile grazie alla crioconservazione delle cellule uovo contenute nello scrigno dell’ovaio, ogni qual volta i tempi di diagnosi e cura lo consentono. La procreazione medicalmente assistita permette di prelevare in modo rapido e sicuro le cellule uovo e di conservarle intatte fino a quando la donna avrà superato la malattia e sentirà il desiderio di diventare madre. Inoltre, non si deve dimenticare che anche i partner maschili possono dover affrontare patologie i cui trattamenti mettono a rischio la fertilità futura e, pertanto, è possibile crioconservare il liquido seminale. Generare informazione e consapevolezza su di un tema così importante per la vita di tutti noi è un dovere del medico specialista in tema di fertilità per preservare la capacità riproduttiva in un Paese dove si programma di “avere un bambino” sempre più tardi e, dunque, con potenziali maggiori rischi e difficoltà.

Per saperne di più e fare la tua donazione clicca qui
GRAZIE

Rossella E. Nappi
Centro di Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) dell’IRCCS Fondazione Policlinico San Matteo, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Cliniche, Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche dell’Università di Pavia

L'emicrania e le sue comorbidità

Studi clinici ed epidemiologici hanno ampiamente dimostrato che la donna presenta un rischio maggiore di soffrire di disturbi dolorosi cronici rispetto al sesso maschile. Le motivazioni di questa differenza sono molteplici e riflettono anzitutto l’azione di fattori biologici, su cui si iscrivono elementi psicologici e socio-culturali. Il sesso femminile presenta una maggiore sensibilità al dolore, una più spiccata facilitazione dei processi che ne regolano la percezione e una riduzione di quelli che la inibiscono. A ciò si aggiunge una sempre più netta evidenza di risposta genere-correlata ai trattamenti farmacologici e non. Emicrania, dolore pelvico cronico e fibromialgia sono patologie frequenti nella donna, gravemente disabilitanti, talora comorbide nello stesso soggetto, spesso difficili da trattate. L’evento ‘Dolori di Donna’ è rivolto ad un’audience multidisciplinare con lo scopo di aggiornare sulle più recenti scoperte scientifiche e di fornire gli strumenti più adeguati ad una gestione integrata delle comorbidità dolorose femminili. Attraverso il corso intendiamo favorire una valutazione secondo un approccio più completo e basato su punti di vista differenti, ma complementari. La raccolta mirata di dati rilevanti, l’esame clinico e l’individuazione degli opportuni esami diagnostici da effettuare dovrebbe, infatti, confluire nella definizione di una diagnosi ‘olistica’ associata ad una terapia individualizzata, che tenga però conto del problema nella sua interezza, attraverso l’uso delle molteplici terapie farmacologiche oggi disponibili, attive sia direttamente sul dolore in fase acuta o cronica, sia sulla sua modulazione, senza trascurare, laddove indicato, il ricorso ai trattamenti non farmacologici.

Rossella E. Nappi
Cristina Tassorelli

Vedi il programma del Convegno ECM del 15 aprile 2016 in "Eventi per i Professionisti"

Pagina 1 di 34

Cerca nel blog

L'eco della stampa e del web

Il glossario della cefalea

Iscrizione Newsletter

Se non sei già iscritto al sito lascia la tua mail per ricevere aggiornamenti sulle nostre attività.

Eventi per i Professionisti